Ministero della Salute

Ricerca 
            collegamento alla pagina dei feed RSS
Nuova influenza

Menu nascosto all'interno della pagina

Chi rischia di più

In generale, sono stati identificati alcuni gruppi di popolazione a maggior rischio di sviluppare complicanze, come polmoniti ed insufficienza respiratoria, connesse alla nuova influenza A H1N1 e quindi a maggior rischio di dover ricorrere all'ospedale. Tuttavia la nuova influenza ha registrato anche casi, rari, di complicanze gravi in persone sane e giovani. Per quanto riguarda le persone di 65 anni e oltre, sebbene rappresentino per ora una piccola quota del totale dei casi, occorre tenere presente che: il rischio di malattia grave aumenta con l’età, soprattutto in presenza di fattori di rischio le dinamiche epidemiche, che hanno visto un maggior coinvolgimento delle fasce d’età giovanili nella prima fase dell’epidemia, potrebbero interessare anche le persone più anziane nelle ondate successive; ciò è suggerito anche da studi effettuati in altri paesi, nei quali si è registrato un aumento dell’età media nel corso dell’epidemia sebbene studi sierologici abbiano evidenziato la presenza di anticorpi in grado di proteggere una parte delle persone anziane nei confronti del virus della nuova influenza A H1N1, la maggior parte degli anziani (circa due terzi) non appare protetta.
Ecco le categorie di persone a maggior rischio:

Persone affette dalle seguenti malattie croniche:

Donne in gravidanza
Per corrispondenti fasce d'età, nelle donne in gravidanza si registra un incremento di morbosità ed un più alto tasso di mortalità, rispetto alla popolazione femminile generale.

Bambini
In particolare, i bambini sotto i due anni di età.

(ultimo aggiornamento 30 ottobre 2009)





Documenti
Opuscoli e poster
Ordinanze e circolari
Argomenti correlati
Audio e video
Link attori internazionali
Link
Link stampa scientifica
Faq
Campagna contro l'influenza A - Resta a casa se stai male - www.fermailvirus.it